La differenza tra top coat e base coat, indispensabili per la manicure perfetta

La differenza tra top coat e base coat, indispensabili per la manicure perfetta

25/07/2022 Off Di amministratore

Chi ama prendersi cura della bellezza delle proprie unghie ha acquisito nel corso degli anni recenti una maggiore familiarità con termini quali base coat e top coat. Tuttavia, non sempre le differenze tra i due prodotti sono chiare come potrebbero apparire a prima vista. È importante comprendere quali sono le funzioni di top coat e base coat, nell’ottica di riuscire a utilizzare queste due alternative in modo tale da sfruttarne pienamente le potenzialità. Una volta delineate le caratteristiche fondamentali è possibile scegliere il prodotto giusto a seconda delle esigenze. Marynailshop fornisce le migliori base e top coat semipermanente super convenienti ed è un’opzione ottimale alla quale fare riferimento per l’acquisto. Vediamo di seguito che differenza c’è tra top coat e base coat e quando utilizzare ciascun prodotto.

Top coat e base coat: ecco quali sono le differenze

Nel corso di una manicure e di una pedicure svolte da personale specializzato vengono generalmente applicate sia uno strato di fondo che precede lo smalto colorato, ovvero il base coat, sia una finitura trasparente al termine del processo. La base coat di colore trasparente ha una consistenza leggermente adesiva e viene applicata con un pennello per creare una barriera protettiva che impedisce ai pigmenti presenti nello smalto semipermanente di penetrare nell’unghia e favorisce un’applicazione più uniforme senza alcuna sbavatura. Lo strato di top coat viene tipicamente steso sull’unghia appena decorata al fine di proteggere la lucentezza e la durata del colore, nonché di rinforzare l’unghia stessa. Sul mercato esistono anche versioni che uniscono le due funzioni, ma per coloro che sono alla ricerca di un risultato perfetto è importante poter contare su alternative che soddisfano obiettivi specifici. Se gli strati di top coat sono pensati per far durare una manicure più a lungo, le ragioni per cui è necessario acquistare soluzioni apposite per realizzare la base sono diverse. I pigmenti dello smalto possono macchiare le unghie ed è cruciale offrire una protezione totale in tal senso. Per coloro che si dedicano alle manicure e alle pedicure in modo autonomo, base coat e top coat aiutano a prevenire l’alterazione del colore naturale delle unghie.

Cosa c’è da sapere su top coat e base coat

A seconda della specifica formulazione, i due prodotti possono avere tempi di asciugatura diversi, ai quali attenersi in modo rigoroso per ottenere un risultato perfetto. Con lo strato di top è possibile migliorare l’estetica e la tenuta dello smalto semipermanente. Terminata l’applicazione di quest’ultimo, infatti, è sempre necessario stendere uno strato sottile di top coat, che non solo protegge lo smalto da graffi e scheggiature, bensì contribuisce anche a rafforzare l’unghia stessa. Dal punto di vista della versatilità, il top coat risulta imbattibile. Basti pensare infatti che sono numerose le persone che, anche senza avere uno smalto o delle decorazioni di nail art, applicano un velo di top coat sulle unghie per ottenere in pochi istanti mani dall’aspetto curato e gradevole. Talmente versatile da essere apprezzato anche nelle situazioni di emergenza in cui si rompe una calza, il top coat è davvero indispensabile per proteggere lo smalto e in generale per avere sempre unghie perfette. Dal momento che le soluzioni per base coat sono spesso lievemente adesive, risulta cruciale non utilizzare il prodotto adatto a creare la base come tocco finale, poiché potrebbe creare una superficie che si rovina facilmente. Non si deve cadere in inganno a causa del colore trasparente che nella gran parte dei casi accomuna le due opzioni. Nel caso in cui si voglia puntare su un’alternativa completa è possibile acquistare un prodotto che svolge entrambe le funzioni.