Come evitare di scegliere ricambi auto difettosi

Come evitare di scegliere ricambi auto difettosi

30/07/2020 Off Di Sandra Buccilli

Quattro regole per scegliere il pezzo di ricambio auto giusto

Quante volte ti è successo di trovarti con un pezzo di ricambio rotto? Un problema da non trascurare soprattutto se incide sulla funzionalità della tua vettura. Ma non solo. Guidare con un fanale guasto significa anche rischiare di prendere multe salate. Ecco che per evitare di incorrere in sanzioni e continuare a guidare in sicurezza è bene attivarsi nella ricerca del pezzo di ricambio per la tua vettura.

Internet prolifera di annunci, spesso solo per addetti ai lavori. Ma se non sei un meccanico, rischi lo spiacevole errore di acquistare un componente auto sbagliato. Come evitare quindi di commettere questi sbagli?

Presso autodemolitori autorizzati, è possibile trovare una vasta gamma di pezzi di ricambio di numerose marche ad un prezzo vantaggioso rispetto al nuovo senza rinunciare alla qualità, come ci hanno spiegato alcuni professionisti dell’autodemolizione (www.autodemolizionicasale.com).

In questo articolo troverai quattro regole per acquistare il giusto pezzo di ricambio auto per la tua vettura, evitare situazioni spiacevoli e spendere in maniera consapevole.

1. Affidati ad un meccanico

Per quanto tu sia un appassionato di motori e tu abbia una conoscenza indiscutibile a riguardo, il parere di un meccanico di professione confermerà la tua diagnosi o meno. E’ sempre opportuno avere più opinioni in merito allo stato di salute del tuo veicolo. La problematica di un fanale rotto è solitamente risolvibile con la semplice sostituzione della lampadina. Ma può succedere che una volta sostituita autonomamente la lampadina, il fanale non funzioni. A questo punto, piuttosto di proseguire per tentativi, per esempio acquistando un nuovo proiettore, scoprendo invece che la problematica riguarda la centralina, affidati ad un meccanico per ottenere una diagnosi accurata e non superficiale, individuando immediatamente la problematica, evitando in questo modo di spendere soldi inutilmente per una diagnosi fai da te.

2. Risparmio vs qualità? Cosa controllare

C’è chi preferisce spendere il meno possibile per un pezzo di ricambio e invece c’è chi ama prendersi cura della propria vettura scegliendo pezzi di ricambio originali di marca e con il prezzo più alto. La verità è che optare per pezzi di ricambio non originali o presso un demolitore, non vuol dire rinunciare alla qualità. Anzi tale decisione permette di unire qualità e risparmio. Affinché ciò avvenga è necessario seguire alcune regole per verificare la qualità di un pezzo di ricambio. In primo luogo se è un ricambio auto originale venduto dalla Casa Automobilistica con il proprio marchio. La legislazione europea prevede che grandi produttori di parti ed accessori auto per case automobilistiche come Mercedes o BMW, possano commerciare tali prodotti ad un prezzo più basso su un mercato indipendente, senza marchio della casa automobilistica.

Nel caso in cui tu decida di optare per un ricambio auto alternativo è indicato controllare il prodotto sia dotato di certificazione documentata.

3. L’importanza della garanzia

Hai finalmente trovato il tuo pezzo di ricambio, hai provveduto al montaggio e sei nuovamente pronto a guidare il tuo bolide. Ma alla guida si ripropone il problema di prima. Che cosa si fa in questi casi? Ciò che fa la differenza in queste situazioni è la garanzia del prodotto acquistato, il documento che testimoni l’avvenuto acquisto. In caso contrario, non abbiamo alcun diritto di rivalsa.

Quindi se decidi di comprare il pezzo di ricambio della tua auto anche su internet, ricordati di farti mandare la fattura. Solo in questo caso, grazie alla documentazione di acquisto, potrà essere avviata una procedura di sostituzione in garanzia per il pezzo difettoso o malfunzionante. In alcuni casi è necessaria una perizia per accertarsi circa la natura del problema, dunque se si tratta di difetti di produzione o cause terze.

4. Attenzione alle truffe sul web

Sempre più diffuse sono le testimonianze di clienti raggirati sul web. Per quanto uno possa pensare “A me non sarebbe successo”, prestare la giusta attenzione a chi ci rivolgiamo è un buon punto di partenza per evitare di diventare il malcapitato della situazione. Come fare? In primo luogo puoi consultare testimonianze e feedback dei tuoi predecessori. La presenza di recensioni negative ti farà accendere un campanello d’allarme.  Inoltre verifica se il venditore a cui ti stai rivolgendo è dotato di un numero di telefono di assistenza clienti veritiero. Controlla i dati come ragione sociale, partita iva, sede amministrativa e se è presente un contratto di vendita contenente politica della garanzia e dei resi, per poi non dire “non lo sapevo”.

Seguire queste quattro regole pratiche ti aiuterà ad evitare il rischio di spiacevoli situazioni, scegliere il pezzo di ricambio giusto ad un prezzo ragionevole senza rinunciare alla qualità e tornare a guidare in piena sicurezza.