Come evitare condensa sulle finestre

Come evitare condensa sulle finestre

21/04/2020 Off Di amministratore

Il formarsi della condensa sulle finestre o sui vetri nella nostra casa,è dovuto al fatto che quest’ultima è soggetta a formare un’alto quantitativo di umidità presente nell’aria. Questo fenomeno è molto comune,e si accentua soprattutto durante il periodo invernale. Le stanze con elevato tasso di umidità sono sicuramente i bagni e le cucine o dove ci sono dei panni stesi lasciati ad asciugare.

LE CONSEGUENZE DELLA CONDENSA E COME SI FORMA

La conseguenza principale della presenza di condensa (quindi dell’umidità) è sicuramente uno dei nemici più comuni che possono presentarsi nelle case, cioè la muffa.Infatti avere la casa con tasso di umidità molto elevato contribuisce alla nascita di funghi o altre varie tipologie di muffe. Adesso capiamo come e perché si forma la condensa: essa si forma quando in ogni tipo di ambiente (non solo la casa) ha vapore e umidità in quantità maggiore rispetto all’ambiente esterno. Il vapore di conseguenza si dirige verso pareti e vetri,che sono superfici fredde,e si condensa trasformandosi in acqua. Visto le conseguenze a lungo andare che possono manifestarsi a causa della condensa,vediamo alcuni rimedi utili per eliminarla e proteggerci.

1)Tenere le finestre aperte per favorire il riciclo d’aria. Molto probabilmente durante la stagione invernale tendiamo ad aprire poco o niente le finestre per creare un ambiente più caldo e confortevole,ma aprire le finestre è la prima cosa da fare se si vuole togliere la condensa dai vetri.Quindi,dopo aver fatto la doccia,aver cucinato o aver usato il ferro da stiro,è meglio aprire subito le finestre o i vetri e lasciare che l’aria circoli.Ventilare gli ambienti delle case è una cosa che va fatta generalmente ogni giorno,e in inverno basta che si tengano aperte per pochi minuti.
2)Utilizzare panni in microfibra. Se la condensa persevera e rimangono delle tracce sulle finestre anche dopo aver aperto le finestre,si può passare un panno in microfibra o altri tipi di panni assorbenti sulle parti dei vetri in cui è rimasta la condensa
3)Utilizzare un deumidificatore. Se nella nostra casa il fenomeno della condensa è persistente e anche molto esteso,è consigliabile prendere un deumidificatore per assorbire l’umidità presente nelle stanze che sono soggette al formarsi della condensa.Ne esistono di elettrici ma anche di fai-da-te.
4)Cappe e ventole aspiranti. Se la condensa si concentra maggiormente nella cucina e si forma mentre si sta ai fornelli e non si vuole morire dal freddo per tenere le finestre aperte,la cappa si rivela molto utile.Essa aspira il vapore e evita che esso vada a disperdersi per poi creare condensa.In ogni caso,dopo aver cucinato,e sempre meglio lasciare aperte per un po le finestre.In stanze dove sono presenti solo delle piccole finestre,è meglio installare una ventola aspirante che aiuta l’aria a circolare.
5)Infissi con vetro doppio.
Se il problema della condensa sulle finestre persevera,un idea è cambiare i vecchi infissi con infissi dotati di doppio vetro,che hanno il compito di limitare la condensa.Questo tipo di infissi sono ideali per l’isolamento delle case e anche per risparmiare,in quanto tengono il freddo completamente fuori,evitando la dispersione del calore all’interno dell’abitazione.
6)Numero di piante. Limitare il numero di piante presenti in casa aiuta contro la formazione di condensa,in quanto a causa della fotosintesi e altri processi,cambiano le condizioni climatiche dell’abitazione