Chiamare il soccorso stradale, come evitare lunghe attese

Chiamare il soccorso stradale, come evitare lunghe attese

06/07/2020 Off Di amministratore

In caso di guasto o incidente, bisogna comportarsi in modo appropriato, seguendo certe regole, e chiamare il soccorso stradale. Come evitare lunghe attese quando si lancia un SOS stradale?

Ci sono diversi modi per chiedere aiuto: tra questi, troverai l’opzione più rapida anche in base alla situazione di pericolo e di emergenza che stai vivendo.

Oltre a segnalarti i numeri di emergenza rapidi, ti diamo una dritta a conclusione di questa guida.

Chiamare il soccorso stradale: i numeri di emergenza rapidi

In circostanze di disagio, avaria, pericolo o emergenza, l’attesa è quantomeno snervante.

In caso di incidente con feriti, il Codice della Strada stabilisce che spetta all’automobilista di passaggio chiamare il soccorso stradale.

Se l’incidente non causa feriti o si tratta di un guasto, spetterà invece al conducente chiamare, dopo essersi spostato per ripararsi in un’area di emergenza.

Soccorso stradale, chi chiamare per evitare fregature

Quando ci troviamo in una situazione di emergenza, la prima cosa che vogliamo è che qualcuno ci venga subito in soccorso e metta in sicurezza noi e la nostra vettura. E’ però importante non limitarsi a chiamare il primo soccorritore stradale trovato su Google, per evitare fregature è sempre meglio rivolgersi a professionisti del settore. E’ possibile chiamare uno dei seguenti numeri:

  • 112, il primo che viene in mente in caso di incidente (non di guasto) e il più indicato in caso di incidente con feriti per richiedere l’intervento di un’ambulanza, della polizia stradale. E’ l’intervento più adatto sia per la sicurezza dei veicoli in transito, sia per lo sgombero dei veicoli incidentati. Se il tuo telefono non funziona e ti trovi in autostrada puoi utilizzare le colonnine SOS presenti sul ciglio della corsia di emergenza per richiedere soccorso chiamando la Polizia, un’autoambulanza, un carro attrezzi;
  • TuttoSoccorsoStradale.it, è un portale dedicato al servizio di soccorso stradale e carroattrezzi, all’interno del sito c’è una sezione “Soccorso Stradale” dove troverete aziende di autosoccorso divise per Regioni e Città. Il portale ha selezionato per ogni Provincia un’azienda di Soccorso Stradale in base all’esperienza e alla professionalità, su tuttosoccorsostradale.it puoi trovare i numeri di telefono delle aziende partner e ricevere un soccorso entro 30 minuti.
  • ACI al numero gratuito 803.116 disponibile h24. Può fornire, oltre al soccorso stradale ed autostradale, anche servizi come accompagnamento a casa con auto a noleggio o pernottamento in albergo;
  • servizi di assistenza forniti dalla propria assicurazione convenzionata con mezzi di soccorso speciali oppure officine. Un numero a caso? Il numero verde 803.803 di Europe Assistance che assicura un efficiente servizio di soccorso stradale giorno e notte su strade e autostrade.

Come comportarsi in caso di incidente

La prima cosa da fare è rendere visibili se stessi ed i veicoli convolti dall’incidente o dal guasto indossando il giubbotto catarifrangente prima di scendere dal veicolo e segnalando il mezzo o i mezzi fermi. Come? Accendendo le luci di emergenza, posizionando il triangolo (segnale mobile di pericolo) ad una distanza di almeno 100 mt dagli altri veicoli che sopraggiungono.

Bisogna segnalare subito agli automobilisti in arrivo la situazione di pericolo, ancor prima che arrivino i soccorsi. Tutto questo non servirà a chi avrà la fortuna di spostare l’auto e parcheggiarla in un luogo sicuro, in un’area di emergenza. In autostrada è bene spostarsi sulla corsia di emergenza, dietro il guardrail o, se possibile, nelle apposite piazzole.

Qualsiasi veicolo fermo per guasto o incidente rappresenta un pericolo per la propria sicurezza e quella degli altri, indipendentemente da dove si trova (strada, autostrada). Indossare il giubbotto ad alta visibilità e segnalare l’accaduto non è un consiglio: è un obbligo e chi lo trasgredisce rischia multe salate oltre alla decurtazione di due punti dalla patente.

Chiamare il soccorso stradale, ed evitare attese con la geolocalizzazione

Quando si chiama il soccorso stradale, è molto importante comunicare esattamente il luogo dell’incidente, il punto esatto in cui si trova.

Più precise saranno le tue indicazioni, più rapido sarà l’intervento e l’arrivo dei soccorsi.

Se hai bisogno di un carroattrezzi in tempi brevi ti conviene cercare sul web e utilizzare la geolocalizzazione per trovare il soccorso stradale e l’autofficina più vicini. E’ una bella mossa anche per un altro motivo: la distanza, in caso di richiesta di un carroattrezzi, fa la differenza in termini di costi. La tariffa aumenta in base al chilometraggio. Oltre alla tariffa di soccorso e recupero, sono previsti costi per la prosecuzione traino con rimorchio per trasportare il tuo veicolo verso l’autofficina.